• English
  • Italiano
  • Deutsch

  • IL FORMATO

    Marchio Graffietti Stampati

    IL FORMATO

    Il formato, inteso come dimensione del prodotto una volta finito, stampato, e confezionato, è la più indefinita tra tutte le caratteristiche tecniche. Per la sua scelta intervengono, oltre a una serie di principi di base, anche una serie di variabili quali la praticità, l’estetica. La comodità, l’utilizzo, la destinazione, il destinatario, il costo e così via. Si pensi, tanto per fare dei semplici esempi, a un volume di mera consultazione designato a rimanere chiuso nello studio di un professionista o nella sala di una biblioteca civica, oppure a un libro di svago o di lettura che, invece, accompagna il suo possessore nelle condizioni più disparate: dalla poltrona di casa a uno scompartimento del treno, dalla camera di un albergo a uno sdraio su una spiaggia assolata o ancora a un articolato testo di studio. Il formato, è, per farla breve, l’ingombro dell’oggetto editoriale, ed è il primo problema da affrontare nell’impostazione di un progetto grafico. Da esso dipendono infatti molte variabili tra cui la sagoma dello stampato, l’area operativa di progettazione, il modello di allestimento, il tipo di carta, le misure del foglio di stampa e i costi tipografici. Proprio in riferimento a quest’ultimo punto, un bravo progettista, partendo dal bozzetto, dovrebbe essere in grado di risalire al formato meno costoso per la realizzazione del suo prodotto. L’abilità sta proprio nel riuscire a ottimizzare e a calcolare quante volte il formato finito del prodotto editoriale a cui si sta lavorando, considerati gli scarti e i rifili, rientra in un formato grezzo. E chi è del mestiere sa bene che modificare (anche se di pochi millimetri) il formato del proprio bozzetto può significare un miglior sfruttamento del foglio di stampa e un vantaggio economico per il committente. È per questo che prima di impostare l’impaginazione grafica e definire il formato di un nuovo lavoro editoriale (e anche qualsiasi altro tipo di stampato) è consigliabile sempre consultarsi con la tipografia.